Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Il Graukäse (formaggio grigio)

La storia nel piatto

Il “Graukäse” è simbolo dello stile di vita parco delle montagne in cui nulla veniva sprecato. Il formaggio grigio è un prodotto realizzato con il latte avanzato dalla produzione del burro senza aggiunta di caglio.
Solitamente la sua preparazione era un lavoro riservato a contadine e malgare. Solo nel XIX secolo la produzione del formaggio è diventata una cosa da uomini.
Questo formaggio saporito è di casa soprattutto nel Tirolo orientale, ma il formaggio grigio si fa anche nella Valle dell’Inn, nella Zillertal e nella zona di Vipiteno. Il “Graukäse” della Valle Aurina era praticamente scomparso fino a quando nel 2005 ha ottenuto la certificazione di "presidio" di slow food per la difesa e la divulgazione dei prodotti regionali frutto di particolari tecniche di lavorazione tradizionali.
Il “Graukäse” risulta sempre diverso: a seconda del maso e della zona in cui viene prodotto, è simbolo di una cultura casearia frutto dell’intuizione, dell’esperienza, erede di tradizioni familiari centenarie.
Il “Graukäse“ è un formaggio molto magro con una quantità di grasso assai limitata che mutua il suo nome dal suo colore grigiastro (“grau” in tedesco significa grigio, N.d.T.). Gli estimatori gustano questo formaggio di carattere nella maniera classica condito con olio, aceto e cipolla a fettine o come ripieno dei canederli pressati pusteresi. I cuochi sudtirolesi lo propongono in sorprendenti abbinamenti con la frutta sciroppata, la verdura o con il miele.


Da rileggere:
Fink, Hans: Südtiroler Küche Tisch und Keller. Im Lauf der Jahrhunderte. Bozen 1980
Gallmetzer, Hartmann: Südtirol: Milch und Landschaft. Bozen 2001
Grießmair, Hans: Tiroler Graukäse im Lichte geschichtlicher Bauernwirtschaft betrachtet. In: Steger, Reinhard & Volgger, Karl: Südtiroler Graukäse genießen. Bozen 2008², S. 15-19
Oberhollenzer, Friedrich: Graukäse, eine Kostbarkeit in der Diätküche. In: Steger, Reinhard & Volgger, Karl: Südtiroler Graukäse genießen. Bozen 2008², S. 25-26
Pircher, Martin: Eine Liebeserklärung an den Ahrntaler Graukäse. Von steilen Hängen und runzligen Höfen. In: Steger, Reinhard & Volgger, Karl: Südtiroler Graukäse genießen. Bozen 2008², S, 12-14
Stecher, Bertram: Der Steckbrief des Ahrntaler Graukäses In: Steger, Reinhard & Volgger, Karl: Südtiroler Graukäse genießen. Bozen 2008², S. 24
Wurm, Karlheinz: Die Milchwirtschaft Südtirols. Innsbruck 1969
 
05.10.2016Locanda Sudtirolese
 

I canederli

La storia nel piatto

I canederli sono il piatto simbolo del Tirolo. Questo piatto era protagonista dei menù contadini e si mangiava il martedì, il giovedì e la domenica.
15.06.2017Locanda Sudtirolese
 
 
 
Dettaglio
 
 
 

Il bue di Pasqua della Val Casies

La storia nel piatto

Il bue di Pasqua della Val Casies veniva apprezzato per la sua carne tenera. Si racconta che trionfasse sulla tavola pasquale degli Asburgo a Vienna.
16.04.2017Locanda Sudtirolese
 
 
 
Dettaglio
 
 
 

Lo Schneemilch

La storia nel piatto

Lo “Schneemilch“ è un antico dessert della Val Venosta che veniva preparato nei giorni di festa. Come accadeva in passato, ancora oggi per la Vigilia di Natale e per altre feste questo dolce al cucchiaio viene servito in una terrina al centro della ...
20.12.2016Locanda Sudtirolese
 
 
 
Dettaglio
 
 
 
 
Contatto
Gruppo „Locanda Sudtirolese“
c/o HGV-Service Cooperativa
Via Macello, 59-39100-Bolzano (I) - www.gasthaus.itTel. +39 0471 317 700 - Fax +39 0471 317 701Part. IVA 00576540215
Newsletter
© 2018 Locande sudtirolesi.produced by Zeppelin Group – Internet Marketing
HGV
Gastrofresh
Qualità Alto Adige
Vini Alto Adige
Locanda sudtirolese ha più di 2.000 fan - Seguiteci anche voi su Facebook!