Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Come i „nidi di vespe“ hanno raggiunto la Val d‘Ultimo

La storia nel piatto

La storia dei "nidi di vespe" raccontata da Roland dell'Albergo Eggwirt.
I "nidi di vespe" sono un dolce natalizio americano: “Wasp’s Nest”.
Mio nonno, Vinzenz Schwienbacher del “Maso” Wegleithof” a S. Valburga e promesso sposo di mia nonna Maria, titolare della Locanda “Gasthaus auf der Egg” di S. Valburga, lavorò nel 1912, come tanti altri all’epoca, come boscaiolo in America ed attraversò dunque l’Atlantico nello stesso momento del transatlantico Titanic, come ricordò spesso orgoglioso.
Poi la nonna li mandò una lettera importante: „Se non ritorni, sposerò un altro uomo perché ho bisogno di una mano sia nella locanda che sul „Maso“. Mio nonno ovviamente tornò, nel 1913 si celebrarono le nozze e insegnò a mia nonna, che era una cuoca talentuosa e una padrona di casa rigorosa, la ricetta “Wasp’s Nest”, un dolce che li è rimasto a cuore.
La ricetta poi finì per cadere nel dimenticatoio.
Negli anni sessanta, un cliente del “Baden-Württemberg” portò a mia mamma, che nel frattempo era diventata la padrona della locanda “Eggwirtin” un libro di ricette della Svevia.
Quando mia zia Anna – che amava i dolci – scoprì la ricetta “nidi di vespe”, si ricordò, con entusiasmo del dolce che era stato preparato negli anni trenta, eccezionalmente anche d’estate per l’ospite d’onore Sir Dunhill.
Mia mamma fece rinascere quindi i “nidi di vespe” e da allora ogni anno vengono preparati questi pasticcini meravigliosamente natalizi.

La ricetta è contenuta nel libretto “I nostri biscotti natalizi”, che troverete in tutti gli esercizi del Gruppo Locanda Sudtirolese.
I quadri sono stati realizzati dall’artista Sudtirolese Gabriela Oberkofler.
 
06.12.2018Locanda Sudtirolese
 

Mezzelune alle mandorle di zia Rosl

La storia nel piatto

La storiella delle mezzelune alle mandorle di zia Rosl  raccontata da zia Maidl, figlia più anziana della 5a generazione Jochele.
17.12.2018Locanda Sudtirolese
 
 
 
Dettaglio
 
 
 

Dolce di natale

La storia nel piatto

La storiella del dolce di natale raccontata da Andrea del Ristorante Durnwald.
12.12.2018Locanda Sudtirolese
 
 
 
Dettaglio
 
 
 
 
Contatto
Gruppo „Locanda Sudtirolese“
c/o HGV-Service Cooperativa
Via Macello, 59-39100-Bolzano (I) - www.gasthaus.itTel. +39 0471 317 700 - Fax +39 0471 317 701Part. IVA 00576540215
Newsletter
© 2019 Locande sudtirolesi.produced by Zeppelin Tourism – Internet Marketing
HGV
Südtirol Logo
Qualità Alto Adige
Vini Alto Adige
Locanda sudtirolese ha più di 2.000 fan - Seguiteci anche voi su Facebook!